remarketing

Come funziona il remarketing/retargeting

Elena Renon Campagne

Sai che puoi rintracciare tutti gli utenti che sono atterrati sul tuo sito web o hanno interagito con la tua comunicazione? Stiamo parlando del remarketing o retargeting (a seconda del canale utilizzato), una tecnica che ti aiuta a restare nel mirino degli utenti e di fatto permette di definire una strategia diversificata a seconda delle sue azioni (funnel). 

Utilizzare il remarketing ti permette di ottimizzare la spesa pubblicitaria focalizzandoti solo su coloro che hanno dimostrato interesse/curiosità. Come? Tecnicamente questo è possibile sfruttando i cookies (script inseriti nella tua comunicazione che permettono di acquisire informazioni sull’utente) e più nello specifico con il pixel di tracciamento.

Il pixel è un codice anonimo e non rilevabile dal browser del visitatore che permette, come dice il nome, di tracciare l’utente e di mostrare a più riprese, ad esempio, il prodotto che ha precedentemente visualizzato. In questo modo l’utente realmente interessato che in una prima fase non aveva convertito (chiesto un contatto/perfezionato un’iscrizione o un acquisto) per ragioni contingenti, ha la possibilità e la comodità di incontrare nuovamente l’offerta e al momento opportuno, convertire.

Rintracciare gli utenti è più semplice di quel che sembra

Non sei sicuro di aver compreso appieno il funzionamento del remarketing? Te lo spieghiamo attraverso l’esempio di un negozio di abbigliamento online:  

Sei un utente che visita un negozio di abbigliamento online per controllare la nuova collezione e scoprire se c’è qualche capo di tuo interesse. Visualizzi diversi articoli, ma poi esci senza aver acquistato nulla. Il mancato acquisto può essere dipeso da tanti fattori: 

  • sei occupato in quel momento, o sei stato interrotto;
  • hai bisogno di pensarci;
  • non hai trovato nulla di tuo interesse.

Un paio di giorni dopo capita che mentre navighi su Facebook o per il Web incontri diversi annunci inerenti a quel marchio o specificamente agli articoli che avevi visionato… Ecco, quello è il remarketing in azione. 

3 vantaggi GARANTITI che avrai con il remarketing

I vantaggi di utilizzare il remarketing sono diversi e tutti efficaci:

  1. FOCUS: concentri il tuo investimento su un target che ha già mostrato interesse, quindi hai maggiori probabilità di successo.
  2. CONVENIENZA: focalizzandoti su un cluster di utenti specifico ti “smarchi” da determinate aste quindi hai mediamente un costo per conversione più basso.
  3. AUMENTI LE OPPORTUNITÀ: la mancata conversione può essere legata a molti fattori, taluni contingenti (offerta giusta nel momento sbagliato) e altri legati ad un tempo fisiologico che gli utenti hanno per poterti riconoscere come un interlocutore affidabile (brand, comunicazione). La tua offerta esprime il suo potenziale in un arco temporale ed in contesti che possono variare. Puntare tutto sul “primo contatto” significa sprecare la maggior parte delle opportunità.

In definitiva: il remarketing è un’opportunità per tutti? Sì. È l’unica tecnica da adottare? No, a meno di non avere già un importante base di dati utenti su cui lavorare – ma anche in questo caso nessuno investe solo in remarketing…