CRM

CRM: di cosa si tratta?

Elena Renon Automazioni

Il CRM (acronimo di Customer Relationship Management) è una soluzione che viene utilizzata per gestire in maniera sistematica e funzionale i rapporti e le interazioni con clienti e potenziali clienti. Non è solo un programma che permette di semplificare una serie di processi aziendali, bensì è anche una strategia!  

Cosa si può fare con un CRM?

Un CRM non funziona per tutte le fasi di marketing da svolgere. Le fasi principali in cui l’utilizzo di un CRM fa la differenza sono: 

  • Fase strategica – dove si condividono le informazioni sui clienti con i diversi team di vendita, marketing e assistenza clienti. L’obiettivo è quello di migliorare l’esperienza di ogni cliente, con una strategia costruita su misura, al fine di aumentare la fedeltà del cliente e ciò di conseguenza porta un maggior numero di vendite.
  • Fase operativa – dove si automatizzano i processi di vendita, marketing e del costumer service con l’obiettivo di generare nuove richieste e acquisire automaticamente tutti i dettagli di contatto richiesti.
  • Fase analitica – dove si analizzano i dati relativi ai clienti e sulla tua attività per aiutarti a operare meglio. Ha come obiettivo quello di  prendere le decisioni più efficaci per migliorare il tuo business sulla base dei dati e monitorare l’efficacia dei tuoi sforzi.

 

I settori aziendali che beneficiano dell’uso di un CRM 

  • Marketing, attraverso le funzioni di marketing automation. Ciò permette di automatizzare azioni ripetitive con lo scopo di generare nuove richieste da parte di clienti acquisiti e non.
  • Sales, attraverso il monitoraggio e l’ottimizzazione di ogni fase di vendita: dal primo contatto con il potenziale cliente all’acquisto.
  • Post-vendita, attraverso i servizi di helpdesk e assistenza per supportare il cliente in ogni momento e fidelizzarlo.

 

Esempio pratico: l’utilità di un CRM nel settore ristorazione

Fabio, il nostro Growht Hero ci dà un esempio su come un CRM può fare la differenza per un ristorante:

“Un ristorante che fa servizio di asporto potrebbe sembrare un tipo di attività che non ha bisogno di un CRM e che deve esclusivamente limitare la propria attività a ricevere ordini in modo passivo, sia da clienti di passaggio in negozio che tramite piattaforme di delivery.
In realtà tramite un CRM avrebbe la possibilità di conservare lo storico degli ordini, dei clienti e classificarli in base a molte logiche, come lo scontrino medio e la frequenza e potrebbe, tramite attività mirate (quindi non passivamente come abbiamo visto sopra) incentivare nuovi ordini, aumentare il fatturato e dare atto a quell’opera di “disintermediazione” che è motivo di interesse per molte categorie di aziende, in particolare nei settori food e delle prenotazioni delle strutture ricettive.”

 

Tutto ciò, cosa significa esattamente per il tuo business? 

Adottare un CRM per la tua attività è una cosa giusta e sensata. In caso contrario, i risultati conquistati attraverso le attività commerciali e marketing potrebbero non consolidarsi mai, con una notevole perdita di opportunità economiche e di crescita. Implementarlo efficacemente nel tuo business model però non è un processo banale. Per questo la scelta migliore è sempre affidarsi ad un consulenze qualificato!